Home - Da non perdere - Il libro del mese

Tanti tanti tanti

Autore:
Gek Tessaro
Editore:
Carthusia
Pagine:
16
Prezzo €:
20,50
Target:
0-6 anni

La trama


Mamma pinguina di cuccioli ne ha sfornato (uovo dopo uovo) ben cento. Un giorno decide di portarli in gita, come una bella scolaresca, sul pack fra lastroni di ghiaccio, pinnacoli, iceberg e specchi d'acqua. Così il piccolo viaggio diventa un'occasione per il bambino di scoprire fra le pagine anche altri animali: dall'orso bianco alle foche, dai pesci alle meduse, dai gabbiani ad una grande balena. Tutto qui, volendo. Non c'è un grande sviluppo narrativo, ovviamente, né ci sono avventure o disavventure a lieto fine. Piuttosto piccoli e garbati accenni in rima per spiegare, ad esempio, che cosa è una nevicata: "Neve che viene giù dal cielo/ Ma allora cosa é la neve? Acqua che si è fatta gelo…/ Ma che cosa è il gelo? Un fatto di temperatura/ E che cosa è la temperatura? Febbre… e voi siete una tortura!" Conclude la mamma in riferimento alla inesauribile curiosità dei suoi piccoli. Né manca un delicato riferimento al fatto che mamma pinguina vuole bene in misura uguale a tutti quanti ("Potrà sembrare poco ma contarli non è un gioco/ e non so proprio come, ma ricordo ogni nome"). Cosa vede il bimbo? L'albo è uscito da pochissimo per la bellissima collana Il circolo delle storie. Libri in formato grande grande (25 x 38), con solidissime pagine di robusto cartoncino e a fisarmonica, o leporello, con uno sviluppo complessivo di ben quattro metri. Infatti la storia si dipana su ambedue i versi ed è accompagnata da un breve testo in stampatello maiuscolo collocato in fondo ad ogni tavola. Gek Tessaro è uno degli illustratori più interessanti dell'attuale panorama italiano. Ben noto anche per la sua innovativa e fascinosa attività teatrale e per alcune opere che si rivolgono a lettori più grandi (potremmo chiamarli "per tutti") dove emergono le sue straordinarie doti di disegnatore. Cito Manifesti, edito da Franco Panini Ragazzi con testi di Brugno Tognolini e Il cuore di Chisciotte, sempre per Carthusia, che ha vinto nel 2012 il Premio Andersen come miglior albo illustrato dell'annata. Nei suoi lavori per la prima infanzia Tessaro usa la tecnica del collage, di cui è maestro sapiente e generoso. Un moltiplicarsi coloratissimo e vivace di frammenti di carta che dispone sulla pagina con non comune freschezza, all'insegna del sorriso e della sorpresa.


Perché leggerlo


"Che son tanti tu lo vedi, sono cento e tu ti chiedi/ come questa mamma ha fatto… o son io che sono matto?", Beh, per un piccolo lettore il numero cento significa soltanto Tanti tanti tanti ed ecco spiegato il perché di un titolo invero quanto mai azzeccato. Poi, volendo, uno può anche prendersi la briga di contarli per vedere se sono veramente cento o se c'è qualche intruso o mancanza. Ma non è certo questa la cosa importante. Resta invece il divertimento di un libro sorprendente nel quale ognuno dei pinguinotti ha, per atteggiamento ed espressione, una sua precisa seppur sobria caratterizzazione, tutta da gustare. Un'opera di limpida e sorvegliata bellezza, briosa ed elegante. Adattissima, soprattutto, ad essere letta insieme ad un adulto, magari sdraiati per terra su di un soffice tappeto.

A cura di Walter Fochesato, esperto di letteratura per l'infanzia, Rivista Andersen, Accademia di Belle Arti di Macerata.

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi articoli usciti e su altre interessanti novità.

Scrivici una mail

Aiutaci a migliorare.