Home - Da non perdere - Il libro del mese

Una scatola gialla

Autore:
Pieter Gaudesaboos
Editore:
Sinnos
Illustratore:
traduzione di Laura Pignatti
Pagine:
36
Prezzo €:
11

La trama

Cosa racconta?

In questo albo dal formato quanto mai stretto e lungo vengono presentate le diverse fasi del trasporto di una gigantesca scatola che, passando di mano in mano, perde via via i pezzi, svelando così l'esistenza di contenitori sempre più piccoli.

Dapprima c'è una nave con il suo capitano e quindi un treno con il macchinista, un pullman e l'autista, il postino in bicicletta. Ognuno tira ad indovinarne il contenuto e si passa, diminuendo il volume, da un elefante ad un rinoceronte, da un leone ad una scimmietta, per concludere, ultima ipotesi, con un gattino. Niente di tutto ciò (almeno in apparenza…) ma soltanto un fischietto, impugnato con decisione dalla destinataria. Una bambina che, quindi, si pone in paziente attesa.

E qui conviene fermarsi per non sciupare la sorpresa di un finale intrigante, dal preciso e lieve tocco surreale. Il testo è una sorta di fresca cantilena, assai ben tradotta, e ricca di efficaci ripetizioni che hanno il compito di attirare l'attenzione del piccolo lettore e di coinvolgerlo in un gioco di anticipazioni. Val certo la pena riportarne un pezzetto a mo' di esempio:

"Che cosa c'è nella scatola, in quella gigantesca scatola che il pilota ha trasportato all'aeroporto? "Ci sarà un elefante", pensa il comandante, e con grande attenzione carica la scatola sulla sua nave. La nave balla e traballa, grandina sulla scatola, e la scatola scricchiola, e poi si spacca. E dentro la scatola? C'è un'altra scatola! Che cosa c'è nella scatola, in quella enorme scatola che il comandante ha scaricato nel porto? "Ci sarà un rinoceronte".pensa il macchinista, e con grande attenzione carica la scatola sul suo treno. Il treno balla e traballa. Il vento soffia nelle fessure della scatola che scricchiola, scricchiola, e poi si spacca. E dentro la scatola? C'é un'altra scatola!".

Perchè leggerlo?

Il libro proviene dall'Olanda (paese di cui poco sappiamo sul versante dell'illustrazione) ed è opera di un ancor giovane autore. Mi è piaciuto non poco proprio in virtù delle molteplici proposte e delle inaspettate valenze ludiche che offre. Non senza sottolineare che alla fine del libro trovano posto altre proposte di gioco, di "lavoro" e di indagine fra le pagine, per nulla banali. Un'opera quanto mai piacevole, bellissima ed elegante anche sul versante grafico. Doppie pagine con sintetiche panoramiche fra imbarcazioni, fari, prati, sontuose stazioni Art Nouveau, boschi, prati, periferie, fino a giungere alla casetta della piccola protagonista. Il tutto con un segno limpido e preciso, reso con caparbia minuzia e garbata gentilezza. Mentre i protagonisti sono poco più di elementari sagome sospese fra i Playmobil e i Lego. Piacciono i colori "freddi", in una tavolozza fatta di gialli, verde limone, blu turchese chiaro e scuro, verde marino, verde acqua. Dimenticavo: il testo è opportunamente scritto in stampatello maiuscolo. Un ulteriore elemento che, assieme alle dimensioni, lo rende perfetto per una lettura a due.

Adatto a...

Consigliato ai bambini fino a 6 anni.

A cura di Walter Fochesato, esperto di letteratura per l'infanzia, Rivista Andersen, Accademia di Belle Arti di Macerata.

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi articoli usciti e su altre interessanti novità.

Scrivici una mail

Aiutaci a migliorare.