Home - Da non perdere - Leggere e Crescere insieme

Quando togliere il pannolino?

 

Come prima cosa mi preoccuperei di escludere con un banale esame delle urine se ci fosse una infezione urinaria cosa da pensare in caso di "perdita" di autonomie già raggiunte in precedenza. Ovviamente tutto questo acquisterebbe maggior rilevanza se il pediatra di famiglia suggerisse questa eventualità a fronte di precedenti episodi febbrili non spiegati o periodi di inappetenza prolungati. Escluso questo sonderei se il piccolino fosse stato influenzato da qualche stress esterno anche solo l'avere visto un coetaneo "sgridato" al l'asilo o altro.

Se anche questo non fosse riscontrabile cercherei di incoraggiarlo al controllo diurno portandolo in bagno periodicamente per anticipare gli insuccessi e provarlo visibilmente se riesce a rimanere asciutto. Passo x passo poi passerei al controllo notturno dando una cena con alimenti solidi o semi solidi evitando latte, minestrine e altro in modo da ridurre i liquidi e un'eccessiva produzione di urina.

Dai successi, riconosciuti, notturni si può sperare in mantenimento dell'autonomia senza ripiombare nell'uso dei pannolini. Dirà: più facile a dirsi che a farsi e le do' ragione ma i miracoli educativi non esistono, solo comprensione, pazienza e incoraggiamento.

Auguri !

Giorgio Conforti, pediatra di libera scelta, Vicesegretario Regionale FIMP Liguria

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi articoli usciti e su altre interessanti novità.

Scrivici una mail

Aiutaci a migliorare.