L’incommensurabile valore dell’intercultura

L’incommensurabile valore dell’intercultura

Non c’è da aver paura se il bambino piccolo, magari all’asilo nido, si trova a confrontarsi...

...con coetanei di altre culture che parlano lingue diverse. Quanto più la sua mente viene esposta a stimoli differenti, tanto maggiori sono le possibilità che il suo cervello si apra e sia maggiormente recettivo agli stimoli. A dirlo è una ricerca apparsa sulla rivista Cognition che ha preso in esame 82 bambini molto piccoli con meno di due anni, che si sono trovati in compagnia con altri bimbi che parlavano inglese o spagnolo.

La diversità linguistica nell'ambito degli ambienti esterni (compreso quindi anche l'asilo nido) viene confermata con un fattore positivo per lo sviluppo psicofisico dei più piccoli. I bimbi infatti riuscivano a cogliere modi verbali della lingua spagnola ed anche (addirittura!) ad imitarli, anche quando percepivano parole e modalità espressive diverse in ambienti esterni, come ad esempio la fermata dell'autobus. L'intercultura, insomma, può essere un vero toccasana per far crescere al meglio i bambini piccoli. E

Ed è per questo che Leggere per Crescere ha dedicato un'intera parte del sito a questo argomento. Se volete saperne di più cliccate qui.

 

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi articoli usciti e su altre interessanti novità.

Scrivici una mail

Aiutaci a migliorare.