La vacanza, un tempo per la famiglia!

La vacanza, un tempo per la famiglia!

Siamo in tempo di vacanza, spesso genitori e figli arrivano a questo momento con tanta stanchezza, stress e poche energie...

Le agenzie di viaggio sono affollate, internet è il luogo privilegiato per trovare una struttura soddisfacente alle esigenze di tutta la famiglia, che sia una famiglia con bimbi piccoli, adolescenti o giovani adulti. Pare proprio che il pensiero dominante che accompagna la vacanza è il dove andare, il luogo prende un posto predominante oscurando in parte l'elemento principale: IL TEMPO!

La parola vacanza prende origine dal participio passato di vacare, che significa appunto essere vacuo, sgombro, libero, senza occupazioni. È un tempo prezioso per tutti i membri della famiglia, che liberi da impegni professionali, scolastici e sociali, finalmente possono riappropriarsi di un tempo lungo e lento, privo di momenti dettati da situazioni e regole esterne, un tempo reale, con ritmi più lenti, una pausa rigenerativa. Il tempo diventa quindi lo spazio in cui, lontani dall'andamento frenetico, che ci priva alcune volte di soffermarci sulle cose più importanti e piacevoli della nostra vita, la famiglia si riappropria e rinsalda i propri legami, le proprie origini, i propri valori, la comunicazione diventa meno contratta e c'è più spazio per la comprensione e conoscenza reciproca.

La vacanza è un tempo vacante da riempire con le cose che ci interessano veramente, un momento in cui giocare di più, divertirsi insieme. Le ferie sono un tempo prezioso, in cui tutta la famiglia si ferma, si rilassa, ognuno si connette con se stesso e con l'altro: la famiglia si ritrova ad dover riorganizzarsi e riorganizzare un tempo a disposizione. Possiamo cogliere questa opportunità, fare una chiacchiera con il nostro partner, osservare i nostri figli, ascoltarli, accoglierli, divertirci insieme a loro.

Dunque ora che le attese vacanze sono arrivate, finalmente possiamo goderci un tempo ed uno spazio da dedicare a noi stessi e ai nostri cari, un momento in cui possiamo fermarci a riflettere su quello che ci accade e che spesso non cogliamo e significhiamo, concediamoci un tempo disteso, rilassato, uno slow time in cui seguire i nostri ritmi interni.

Eccovi qualche consiglio per sfruttare al meglio questo tempo ricco e di grande valore:

  • Concedersi dei momenti di reale condivisione, programmare delle attività di "squadra" insieme
  • Decidere insieme dove andare, anche i figli, se coinvolti nella scelta, possono apportare un valore aggiunto
  • Osservare i nostri figli, ascoltare il loro linguaggio ma soprattutto la loro comunicazione non verbale
  • Ritagliarci dei momenti da soli con i nostri partner
  • Parlare e condividere progetti e aspettative future
  • Non affrettarsi
  • Divertirsi!

A cura della Dott.ssa Francesca Sena, Psicologa-Psicoterapeuta Sistemico-relazionale, Specialista in Psicologia evolutiva, Esperta in psicoterapia di coppia e familiare

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi articoli usciti e su altre interessanti novità.

Scrivici una mail

Aiutaci a migliorare.