Lezioni americane

Autore: Italo Calvino; Editore: Mondadori

"Nate come testi per un ciclo di conferenze da tenere ad Harvard queste lezioni costituiscono l'ultimo insegnamento di un grande maestro"

La trama

Il libro raccoglie i manoscritti preparatori delle sei lezioni che Calvino doveva tenere (ciò non avvenne mai, a causa della morte improvvisa) alla Harvard University, in occasione delle Charles Eliot Norton Poetry Lectures.
Sei lezioni che fanno capo ad altrettanti concetti cardine della scrittura: Leggerezza, Rapidità, Esattezza, VisibilitàMolteplicità e Consistency

  1. LEGGEREZZA: siate leggeri.
  2. RAPIDITÀ: giocate con il ritmo, tenete in buon conto il tempo del vostro discorrere:
  3. ESATTEZZA: Cercate l'esattezza, fatelo seguendo tre direzioni importanti: lavorate a un disegno complessivo ben definito e calcolato, evocate immagini visuali nitide, incisive e memorabili,lavorate su un linguaggio il più preciso possibile, sia a livello di lessico, sia a livello di resa delle sfumature di pensiero.
  4. VISIBILITÀ: mettete a fuoco visioni a occhi chiusi, pensate per immagini, coltivate con cura la parte visuale della vostra immaginazione.
  5. MOLTEPLICITÀ: la letteratura vive solo se si pone degli obiettivi smisurati, anche al di là d'ogni possibilità di realizzazione.
  6. CONSISTENCY: esiste una molteplicità anche esterna al romanzo. Un prima e un dopo. Un mondo che procede comunque. Sopra, sotto, di fianco; l'opera letteraria deve sempre tenerne conto: è decisivo il modo in cui la particolarità che essa rappresenta si collegherà alla molteplicità dell'esistente o del possibile.