Lo zaino giusto per le prime “lezioni”

Fate attenzione ai pesi!

Ci siamo. Stanno arrivando i momenti per le prime esperienze all’asilo e, per i remigini, l’esordio alla scuola elementare. E’ il momento di pensare a preparare al meglio il nostro piccolo “eroe” ad affrontare il mondo, pronto ad esplorare e, come un giovanissimo Indiana Jones, a conoscere il mondo. E per fare l’esploratore, c’è bisogno di uno zaino. Ecco qualche consiglio pratico per non sovraccaricare la schiena. Il peso degli zaini non dovrebbe superare il 10-15 per cento del peso corporeo dell’alunno che lo indossa. Lo zaino deve essere indossato in maniera corretta, facendo sì che il carico venga ripartito simmetricamente sul dorso e non su un solo lato: un carico asimmetrico comporta un carico aumentato per la spina dorsale in atteggiamento non fisiologico. Per questo parlate, oltre che con il pediatra, con gli educatori e i docenti, in modo da “programmare” insieme gli strumenti da mettere all’interno del contenitore. Andando avanti con i consigli, conviene riempire lo zainetto, partendo dallo schienale , con i libri più grandi e pesanti e continuando con libri, quaderni o altro di dimensioni, volume e peso minore; indossare lo zainetto utilizzando entrambe le bretelle. E’ importante  regolare bene le fibbie delle bretelle e ricordarsi di usare sempre e bene la cintura di fissaggio addominale, così come che lo schienale rigido dovrà essere sempre ben aderente alla schiena. Quando lo si indossa, la parte inferiore dello zainetto non deve essere più bassa della  linea delle anche; saltuariamente, se il suo peso non è eccessivo,  si può usare lo zainetto  come cartella, reggendolo dall’apposita maniglia. Così il nostro Indiana Jones andrà più sereno e in forma verso gli impegni della vita.