Figli di genitori separati

La separazione di una coppia è sempre un evento doloroso, triste e che infonde ansie e paure per ciò che sarà il futuro di una famiglia

Per i figli è un momento di grande dolore e confusione e per i genitori è un momento molto impegnativo: hanno il compito di separarsi su un piano coniugale e allo stesso tempo di rinforzare la loro alleanza sul piano genitoriale; ciò permetterà ai figli di sentirsi sicuri all'interno di una struttura familiare che è capace di reggere e sopravvivere ad una separazione coniugale. Due genitori arrivano alla decisione di separarsi dopo un lungo periodo fatto di riflessioni, ripensamenti, delusioni e dolore. Quando ci si separa si dice addio ad un progetto di vita in comune, il sogno costruito a quattro mani svanisce lasciando un vuoto e al contempo portando i genitori verso un progetto inedito che mirerà alla ristrutturazione di un assetto emotivo e relazionale nuovo. La gestione di questa fase, lunga e delicata, determinerà nel futuro il benessere di tutti i membri della famiglia.

La comunicazione con i figli

Uno degli aspetti più difficili da gestire in questa fase è la comunicazione ai figli della decisione di separarsi. Seppur i genitori siano spaventati dal fatto che la separazione susciterà nei figli sentimenti di angoscia, tristezza e rabbia, dovranno tener presente che è importante dargli la possibilità di capire cosa stia accadendo attorno a loro. Renderli partecipi di questa nuova fase evolutiva familiare, li aiuterà a dare un significato alla realtà che si sta modificando. Per loro è importante conoscere in maniera chiara e reale cosa ha portato i genitori a separarsi, ciò eviterà un sentimento di colpa e responsabilità rispetto a quanto è accaduto tra mamma e papà.

L'importanza del senso di unità familiare

È importante che questi siano in grado di garantire ai figli un senso di unità nell'aspetto genitoriale e familiare, seppur la coppia è in fase di separazione. L'unità familiare rappresenta per i figli un contenitore coerente e rassicurante a cui fare sempre riferimento ed il compito dei genitori è quello di garantire la continuità di questo contenitore, accompagnando i figli durante la sua trasformazione. Questi ultimi hanno bisogno di essere sostenuti in questo passaggio in un clima emotivo relativamente sereno, dove poter avere un tempo ed uno spazio in cui i genitori possano rispondere ai loro dubbi e alle loro domande circa il futuro che li attende. Nel conflitto e nella sua risoluzione i figli possono imparare due cose fondamentali: una che nella vita il conflitto possa aiutare ad esprimere ciò che abbiamo dentro, senza paura di distruggere ciò che si è costruito e due la capacità di poter prendere delle decisioni su un piano relazionale che non vadano necessariamente a compromettere un altro piano di alleanza. I figli potranno imparare che può cambiare il modo di stare insieme di mamma e di papà ma che questi saranno in grado di costruire nuove modalità di stare insieme sul piano genitoriale garantendo loro una dimensione emotiva di famiglia, in cui potranno continuare a sentirsi amati, sicuri, protetti e guidati.

Come affrontare i nuovi scenari

I figli durante una separazione si trovano spesso ad affrontare nuovi scenari che possono confonderli, destabilizzarli e spaventarli. Accade spesso infatti che ai cambiamenti relazionali si susseguano anche cambiamenti esterni e di contesto, come ad esempio la probabilità di andare a vivere in un'altra città, in un'altra casa, di cambiare scuola, modificare ritmi e tempi di vita, confrontarsi con nuove realtà familiari che i coniugi nel tempo ricostruiranno. È fondamentale che i figli abbiano una struttura chiara all'interno della quale potersi muovere ed orientare. Routines e figure di riferimento stabili, saranno garanzia di sicurezza per loro. Tutta la nuova vita che verrà, l'ingresso di nuovi partner, la presenza di nuovi luoghi, nuove case, la costruzione di un nuovo tempo e di nuovi ritmi dovranno essere gestiti dai genitori con coerenza e continuità. Le novità dopo un divorzio, potranno arricchire i figli e non spaventarli se i genitori saranno sempre presenti e pronti ad accogliere le loro emozioni, le loro domande e i loro bisogni di amore , chiarezza e coerenza nel tempo. L'obiettivo fondamentale di questo faticoso passaggio sarà attivare le risorse contestuali, familiari ed individuali affinché si schiuda la possibilità del superamento della crisi ma soprattutto affinché questa possa diventare per i figli un'occasione maturativa e trasformativa. La separazione dei genitori non sempre rappresenta per i figli un evento dannoso per il loro sviluppo: a volte costituisce un'esperienza in cui osservare e sperimentare come gli adulti risolvono i conflitti, affrontano il disaccordo, litigano e sanno separarsi. Tutti questi aspetti, con la loro intensa e specifica tonalità affettiva, vengono introiettati dai figli e diventeranno per loro una bussola di orientamento nelle relazioni affettive che saranno in grado di instaurare nel futuro.

A cura della Dott.ssa Francesca Sena, Psicologa-Psicoterapeuta Sistemico-relazionale, Specialista in Psicologia evolutiva, Esperta in psicoterapia di coppia e familiare