Niente stress, per favore!

Anche i più piccoli possono essere stressati. Sembra una parola da grandi, ma in realtà si adatta anche alla prima infanzia...

soprattutto quando il piccolo frequenta asili nido e scuole per l'infanzia. La lettura ad alta voce può essere molto utile in questi casi, perché aiuta a percepire come vicino chi racconta e favorisce la distrazione dagli elementi che scatenano la tensione. La narrazione è quindi uno strumento fondamentale per il piccolo "stressato", ovviamente in un sistema di piccoli interventi che aiutano il bambino. Basta infatti seguire qualche semplice regole per limitare i rischi. Ecco qualche consiglio:

- informatelo, ma senza creare tensione, ad esempio quando si verifica una situazione nuova come la visita di un medico;

- lasciate spazio alle sue preoccupazioni, senza che il piccolo debba tenerle dentro, anche attraverso giochi e disegni;

- aiutatelo a chiedere aiuto quando si trova in situazione complesse, magari a contatto di bimbi più grandi;

- fate in modo che riconosca le sue piccole paure e che possa accettarle, senza costringerlo a tenerle dentro di sé;

- favorite la conoscenza di semplici tecniche di rilassamento, come ad esempio la respirazione allungata per due o tre volte oppure un viaggio con il pensiero verso ambienti rasserenanti;

- il bambino può aiutarsi da solo, grazie all'aiuto dei genitori, attraverso il dialogo interiore: ripetere frasi come "non ho paura" aiutano a vincere la tensione.