Prima racconti, poi ti capisco!

Che bello ascoltare la mamma quando racconta una favola. E quanto può essere importante per i bambini che magari soffriranno...

di dislessia e, andando a scuola, avranno bisogno di comprendere bene la parola con gli occhi prima che percepirla con le orecchie. In alcuni casi, infatti, tra i meccanismi alla base della dislessia potrebbe esserci anche un'oggettiva difficoltà a passare dallo stimolo visivo a quello uditivo: quindi per i piccoli che presentano questo problema potrebbe essere davvero d'aiuto ascoltare prima determinate parole e poi osservarle sul libro. A suggerirlo è una ricerca condotta all'Università di Oxford pubblicata su Current Biology, che puntualizza anche come particolari videogiochi possano essere d'aiuto per un'ottimale integrazione degli stimoli che giungono al bambino.

Prima di pensare ai videogames, tuttavia, non dimentchiamo l'importanza della parola della mamma o del papà. Un racconto ad alta voce, quando ancora il piccolo nemmeno sa leggere può andare a toccare tutte le corde sensoriali del bimbo aiutandolo a crescere al meglio!