Buon viaggio, ma attenti in auto!

Fondamentale l’impiego di un seggiolino adeguato, in base all’età del piccolo.

Il mancato rispetto delle norme preventive durante i viaggi in auto è una delle più comuni cause di traumi nei bambini, specie se molto piccoli. Per questo appare fondamentale l'impiego di un seggiolino adeguato, in base all'età del piccolo. La scelta dello strumento andrebbe fatta insieme al pediatra di famiglia e non sulla scorta di indicazioni che vengono dalla pubblicità o da consigli non informati. Le regole europee per il trasporto dei bimbi fino ai 12 anni prevedono una serie di indicazioni da rispettare:

  • Fino a 9 mesi (o peso inferiore ai 10 chilogrammi): il seggiolino va sempre montato in senso contrario a quello di marcia. La stessa attenzione va prestata anche alle culle protette con cinghie proprie, che vanno fissate con le cinture dell'auto.
  • Fino a 13 chilogrammi: i seggiolini sono del tutto simili a quelli per i bimbi più piccoli, ma debbono assicurare maggior protezione alla testa e alle gambe.
  • Fino a 4 anni (peso tra 14 e 18 chilogrammi): i seggiolini vanno montati sul sedile posteriore, in corrispondenza del senso di marcia. Vanno sempre fissati con la cintura di sicurezza del veicolo.
  • Fino a 6 anni e peso compreso tra 15 e 25 chilogrammi: al posto del seggiolino si impiegano i "cuscini" con i braccioli omologati. Anche per il bambino vengono impiegate le cinture del mezzo con un particolare dispositivo di aggancio.
  • Dai 6 ai 12 anni (peso fino a 36 chilogrammi: i cuscini, senza braccioli, hanno lo scopo di aumentare la statura del bambino da seduto al fine di consentirgli di di usare le cinture di sicurezza.

Una volta definita la sicurezza in auto, la sfida è far sì che il piccolo sopporti bene il viaggio. Per questo conviene portare con sé giochini, carte, libri e quant'altro aiuti il bambino a passare il tempo durante il viaggio, senza dimenticare che la vostra compagnia è fondamentale. E soprattutto, sfruttate il tempo per narrare, anche storie vere. L'ideale per i piccoli è ascoltare racconti che prevedano come protagonisti personaggi della stessa famiglia: questo "sotterfugio" le fa divertire molto. Per il resto, programmate il viaggio prevedendo soste abbastanza frequenti e durante le soste non lasciate mai i bambini da soli nelle aree di servizio, né in auto al sole.